STORIA DELL'OPERA


Come nasce il Talmud

Alla fine del secondo secolo dell’era volgare, dopo la perdita dell’indipendenza politica ebraica e  con la diaspora del popolo ebraico, i Maestri (in quel momento chiamati “tannaìm”) avvertirono il rischio di perdita del patrimonio di tradizioni accumulate per secoli e presero la decisione rivoluzionaria di ordinare e mettere per iscritto il materiale raccolto.
Da qui nacque la redazione della prima opera fondamentale, la Mishnà.

Con la redazione della Mishnà molto materiale rimase fuori: in parte fu ricompattato in un’opera di struttura e contenuto parallelo alla Mishnà, la Toseftà (lett.“aggiunta”), in parte continuò a circolare nelle Scuole. A questi insegnamenti rimasti fuori dalle due collezioni principali si dà il nome di “baraità” (“bar” significa “fuori”).
Conclusa la redazione della Mishnà, che le Scuole considerarono il riferimento più autorevole, l’attività di studio non si fermò.
Da questa attività, durata per secoli, nasce il Talmud.